Come scegliere una cassaforte a muro, mobile o da hotel

cassaforti guida all'acquisto

Come scegliere una buona cassaforte? Per proteggere i propri valori, che si tratti di gioielli, denaro, documenti o semplicemente oggetti a cui siamo legati da un vincolo affettivo, è necessario metterli al sicuro, se possibile in un punto nascosto della nostra casa o del nostro posto di lavoro, e garantirci un massimo livello di difesa da eventuali intrusioni esterne attraverso l’uso di una cassaforte.

Il mercato offre una vasta scelta di modelli differenti tra loro sia sulla base delle modalità di chiusura e apertura, che sulla base della loro collocazione all’interno dell’abitazione: esistono, infatti, cassaforti mobili che, come chiaramente suggerito dal nome possono essere trasportate, e cassaforti a muro che, invece, vengono letteralmente incassate all’interno di una parete.

Entrambe le tipologie possono presentare un meccanismo di chiusura a combinazione elettronica, meccanica o più semplicemente un sistema di apertura a chiave, tutti posizionati sullo sportello frontale.

 

Cassaforti a mobile: cosa non sottovalutare

cassaforte a mobileUna cassaforte mobile  dice la parola stessa è una cassaforte che da solo rappresenta un mobile da arredo o che viene appoggiata sul mobilio

E ovvio che sia più vulnerabile rispetto ai modelli da muro, per sua natura,  in quanto è possibile spostarla o trascinarla.

Per ovviare a questo problema i costruttori le hanno dotate di un doppia struttura in acciaio nella cui intercapedine hanno inserito materiale inerte e cementizio , sia per aumentarne la sicurezza che il peso . Puoi notare che a parità di dimensioni una cassaforte a mobile pesa decine di chili in più , pertanto, richiede delle accortezze maggiori come il fissaggio ( sono dotate di appositi fori per il fissaggio ai mobili o muro)

Sulla base di quanto detto, la prima forma di cautela da avere è occultare la cassaforte per sottrarla agli occhi indiscreti di visitatori occasionali o eventuali ospiti.

Una volta fatta questa valutazione e individuato il punto preciso in cui dovrà essere posizionata, dunque, è possibile passare alla scelta del modello che meglio si addice alle nostre esigenze per grandezza e capacità, sulla base degli oggetti che dovremo riporvi all’interno.

Le cosiddette cassaforti autoportanti, per esempio, possono raggiungere le dimensioni di un armadio e sono generalmente indicate per custodire fucili, spade e armi di altro genere o grandi quantità di denaro , in questo caso sono armadi di sicurezza port fucili.

In caso di utilizzo per uffici dobbiamo considerare la resistenza al fuoco, dato che con molta probabilità verranno depositati  edocumenti cartacei ,

Il mercato, infatti, propone cassaforti di dimensioni minute che possono raggiungere fino i 200 kg di peso per rendere difficile, quasi impossibile, una rimozione fisica della stessa.

 

Cassaforti in hotel: sono sicure?

cassaforte da hotelCassaforti da hotel:rientrano in questa categoria le cassaforti delle strutture alberghiere, piccole scatole inviolabili che siamo soliti trovare all’interno della stanza in cui soggiorniamo, e in cui è possibile riporre i nostri effetti personali o eventuali oggetti di valore per non lasciarli incustoditi mentre siamo in giro a fare i turisti o ad un convegno di lavoro.

Ma quanto sono sicure?  La risposta è banale sono sicure quanto le altre casseforti e rispondono alle norme UNI di riferimento

In questo caso è l’utilizzo differente in quanto utilizzate da cliente sempre diversi per oggetti di varie dimensioni, non ultimo per deporre il computer portatile . La sicurezza di questa cassaforte è legata alla sicurezza totale dell’ambiente e anche al buon senso del cliente , io non metterei in una cassaforte da Hotel milioni di Euro . Voi lo fareste?

A causa di questo intenso utilizzo le cassaforti devono essere doppiamente efficaci: da un lato, infatti, devono permettere un utilizzo intuitivo ed immediato anche ai meno esperti e, dall’altro, devono garantire un livello di protezione massimo dato che sono costantemente esposte alla presenza del personale dell’hotel.

Generalmente queste cassaforti da hotel richiedono a ciascun ospite di inserire un proprio codice segreto personale e, i modelli di ultimissima generazione presentano ulteriori vantaggi: la tastiera digitale, infatti, si attiva unicamente quando l’ospite rientra in albergo e richiede in reception le chiavi elettroniche per accedere alla propria camera.

L’apertura dello sportello da parte del personale per eventuali operazioni di pulizia puo’ essere effettuata unicamente quando la camera è in check-out, cioè quando i clienti hanno lasciato l’albergo in maniera definitiva e hanno, dunque, prelevato tutti gli effetti personali.

Oltretutto, è previsto un monitoraggio costante dei movimenti di apertura e chiusura effettuati che vengono poi registrati in automatico in un database consultabile in qualsiasi momento.

 

Guarda le offerte del negozio endrena.com

 

Cassaforti a muro: attenzione alla scelta della parete

cassaforte da muroUna cassaforte a muro o da incasso è ragionevolmente considerata la misura di sicurezza migliore per la tutela dei nostri preziosi, ma perché faccia bene il suo lavoro è necessario che la parete scelta sia sufficientemente robusta.

Murare una cassaforte su superfici deboli, come il gesso o i mattoni forati, è fattibile importate però utilizzare sistemi di fissaggio adeguato : per i mattoni forati inserite dei tondini di ferro nella forattina e legatela con la cassaforte, ancorando il tutto con resine chimiche che diano struttura al tutto. per le pareti in cartongesso consiglio di creare una struttura in ferro che si leghi, quanto più possibile alla struttura portante della parete, in questo modo ed in entrambi i casi durante in tentativo di estrazione la superficie della parete stessa oppone resistenza, cosa che non può succedere con le sole zanche perchè coinvolgono una parte ridotta del muro.

Ovvio che in presenza di pareti robuste di cemento o pietra dura in cui potere inserire la cassaforte da muro la resistenza all’estrazione è superiore. io comunque consiglio sempre le stesse opzioni per i muri deboli

Fondamentale assicurarsi che lo sportello della cassaforte, essendo l’unica parte esposta, e quindi la più vulnerabile, soddisfi certe caratteristiche in termine di saldature e cerniere, che devono resistere a tentativi di scardinamento e sfondamento.

In una situazione tale, lo scasso è praticamente impossibile. Una variante altrettanto sicura di questa tipologia di cassaforte, ma dal costo molto più elevato, è quella che va inserita direttamente nel pavimento, magari all’interno di un mobile o sotto un tappeto.

 

Certificazione UNI

Chi si appresta all’acquisto di una cassaforte, sia in ambito privato che per il proprio esercizio commerciale, non puo’ esimersi dal consultare le norma

UNI EN 1143-1

 Mezzi di custodia – Requisiti, classificazione e metodi di prova per la resistenza all’effrazione di casseforti, porte per camere corazzate e camere corazzate che opera una classificazione delle tipologie di cassaforte sulla base della loro resistenza all’effrazione, su una scala che va da 0 a 13.

 

UNI EN 14450:2005

Casseforti per uso privato- Cassette di sicurezza sicure – vengono sottoposte per essere certi di acquistare un dispositivo davvero efficace. La norma prende in considerazione sia le casseforti da incasso (a parete o a pavimento) sia le casseforti a mobile (dette anche casseforti da appoggio). La norma classifica le casseforti per uso privato in base al loro livello di resistenza allo scasso assegnando due differenti classi di resistenza (S1 e S2).

UNI EN 1047-2:2009

Specifica i requisiti concernenti i contenitori resistenti al fuoco e stabilisce i requisiti per certificare la capacità di proteggere i materiali sensibili alla temperatura e all’umidità contro gli effetti del fuoco all’esterno de contenitore

Importante, dunque, scegliere un modello che sia conforme a quanto dettato dalla normativa sopracitata, per assicurarsi un livello di qualità ed efficienza adeguati.

Una cassaforte è, senza dubbio, un investimento in termini economici ma, soprattutto, è un buon investimento a lunghissimo termine per la nostra serenità. Un meccanismo di chiusura a chiave? Perfetto, se si è certi di non dimenticare le chiavi in giro per casa o in ufficio.

Una combinazione elettronica? Oppure è meglio optare per la cara, vecchia combinazione meccanica? La scelta, in questo caso, dipende unicamente dalle nostre abitudini, dalla nostra familiarità con le interfacce digitali o con i pomelli meccanici e dalla nostra voglia di portarci sempre dietro una piccola chiave. Quale si addice maggiormente alle tue esigenze? Compra la tua cassaforte online nel nostro store.

 

Guarda le offerte del negozio endrena.com

Come scegliere una cassaforte a muro, mobile o da hotel